Una bella serata di testimonianze e

racconti dal Burundi

 

Sabato 20 novembre parte la consueta mostra dei quadri con lotteria

 

Domenica scorsa, presso la Chiesa di San Pietro di Novi, si è svolto un incontro informativo organizzato dall’Associazione novese Ascolta l’Africa per raccontare l’esperienza vissuta lo scorso mese di settembre in Burundi. I volontari hanno raccontato le loro esperienze, ricche di emozioni e momenti toccanti, a diretto contatto con la popolazione, e in particolare con i giovani, di Murayi. Il parroco di San Pietro don Livio Vercesi ha introdotto e presentato la serata: "È forte dentro di me il sentimento di gratitudine verso tutti i volontari e le persone che hanno contribuito a questa importante iniziativa. Il nostro mondo sta riscoprendo la bontà; un esempio di ciò è proprio "Ascolta l’Africa". L’importanza dei volontari nei nostri giorni è sempre più sotto gli occhi di tutti; uomini con le maniche rimboccate, pronti ad adoperarsi per gli altri: è questo il vero messaggio del Vangelo. I nostri giovani sono capaci di generosità inimmaginabili; abbiamo bisogno di far conoscere queste realtà. Tutti quelli che tornano dall’Africa imparano una cosa: è più quello che ricevono di quello che danno". La serata ha visto poi la proiezione di numerose foto scattate durante le settimane vissute in Burundi da parte dei volontari; proprio una di loro, Mària, ha spiegato e illustrato i momenti salienti della missione, tra cui spiccano le lunghe e partecipate Messe alle quali erano presenti migliaia di persone, i lavori per la realizzazione dei pannelli fotovoltaici, dell’impianto elettrico, gli sforzi per portare l’acqua potabile al Centro Giovanile e tante altre attività. Le numerose persone presenti a questa serata hanno potuto apprezzare, e in un certo senso vivere, gli aspetti particolari e le emozioni del Continente africano. Anche il Sindaco di Novi, Lorenzo Robbiano, ha voluto sottolineare l’importanza e il valore di queste opere di volontariato: "La città di Novi ha la fortuna di avere numerose Associazioni benefiche e quella di "Ascolta l’Africa" è un esempio lampante di ciò. Il Centro Giovanile è stato un obiettivo ambizioso ed importante: la sua realizzazione è il frutto dello splendido lavoro dei volontari e della generosità di tanta gente". Il Vescovo di Tortona, S.E. Mons. Martino Canessa, ha invece ricordato l’opera della Diocesi in favore delle missioni africane: "Nel 1972 è iniziata la missione a Murayi della nostra comunità; nel 1987 gli europei sono stati tutti espulsi, ma dopo poco tempo le suore sono ritornate e oggi sono ancora lì. Don Livio ha sempre mantenuto i collegamenti in nome della Diocesi. È stato proprio lui a coinvolgermi in questo progetto e ho sentito il bisogno di andare là per vedere con i miei occhi. Sono rimasto molto toccato dalla numerosa presenza della gente in chiesa, anche nei giorni feriali. Hanno un senso di rispetto sorprendente e una sensibilità religiosa unica. Quando si percorre la strada della solidarietà, il nostro cuore deve battere, e battere forte". Le iniziative dell’Associazione missionaria novese Ascolta l’Africa non finiscono qui; come ormai accade da diversi anni, nel periodo a cavallo della fiera di Santa Caterina il gruppo novese organizza una lotteria avente come premi i numerosi quadri realizzati da importanti artisti locali. Le opere sono oltre 40 e sono ispirate a generi e stili molto diversi fra loro. Sono stati 38 i pittori della zona che, come sempre con grande solidarietà e generosità, hanno voluto partecipare a questa iniziativa che sta diventando ormai un punto fermo nella attività dell’Associazione missionaria novese, visto il grande successo ottenuto negli ultimi anni. Hanno preso parte alla realizzazione di queste opere in particolare: l’associazione Amici dell’arte di Serravalle S., il Centro dell’arte Pieve di Novi, i Laboratori d’arte di Novi e l’Associazione Rampini di Sardigliano. Il costo di ogni singolo biglietto è fissato a 2,50 €. La mostra si terrà, come di consueto, nei locali della casa del Giovane di San Pietro in via Gagliuffi e sarà inaugurata sabato 20 novembre alle ore 17. L’esposizione sarà aperta fino a domenica 28 novembre con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. Domenica 28 novembre si terrà l’attesa estrazione con la consegna dei quadri ai fortunati vincitori.

 

Davide Daghino