facebook
^Torna in cima

  • 1 La nostra associazione...
    La voglia di aiutare popolazioni meno fortunate, di farlo tutti insieme, di unire le nostre forze...da origine alla nostra associazione...speciale, perchè fatta di persone speciali...
  • 2 I nostri progetti...
    Sempre insieme per dar vita a nuove idee e nuovi progetti...è questo che facciamo tutto l'anno
  • 3 Il loro sorriso...
    La cosa più bella è pensare ai loro sorrisi...capaci di regalare emozioni uniche...emozioni fatte di magia
  • 4 Le nostre ambizioni...
    Il nostro impegno più grande è quello di instaurare un gemellaggio con i giovani della missione di Murayi in Burundi per aiutarli a costruire un centro giovanile.
  • 5 Perchè ascolta l'Africa...
    Perché abbiamo deciso di chiamarla "Ascolta l'Africa "? Perché riteniamo che, prima di agire sul luogo, sia necessario conoscere i bisogni del luogo. In che modo? Relazionandosi con le persone, parlando con loro, ascoltando... L'ascolto implica pazienza, umiltà, concedersi del tempo e riteniamo che "ascoltare" sia soprattutto una nostra doverosa condizione di porci nei confronti dell'altro, chiunque esso sia.

Ascolta l'Africa

Associazione ONLUS

  

"Sotto la neve il pane": il libro di Lorenzo Robbiano in vendita per Ascolta l’Africa

 

Sabato 1° dicembre, nella sala conferenze della Casa del Giovane di S. Pietro, si è tenuta la presentazione del libro "Sotto la neve il pane" di Lorenzo Robbiano le cui copie saranno vendute a beneficio dell’associazione missionaria Ascolta l’Africa. Il parroco don Livio Vercesi nel salutare le tante autorità presenti, tra le quali anche l’On. Mario Lovelli, ed il numeroso pubblico ha esordito con queste parole: "Il libro si presenta come una serie di acquarelli dei bei tempi passati e fa riflettere su come la felicità non sia nella quantità delle cose che accumuliamo nelle nostre case, ma nella quantità di relazioni umane che riusciamo a costruire. Il libro trasuda tenerezza, quella vera, ci presenta il coinvolgimento dell’animo, proprio quello che ci permette di condividere l’esistenza con gli altri. L’aver poi voluto donare il ricavato della vendita del libro al gruppo Ascolta l’Africa per la costruzione di una casa che raccoglie i ragazzi di strada a Bujumbura in Burundi rende ancora più vero il sentimento che percorre il libro". Maria Grazia Morando, vicepresidente della Provincia di Alessandria, che ha curato anche la prefazione del libro ha sottolineato come il tema portante sia la memoria, memoria storica, ma anche memoria di saggezza popolare. "Ci affezioniamo ai personaggi – ha continuato – a dire il vero un po’ strani, attraverso la loro storia di miseria, di fatti di cronaca mescolati ai fatti popolari, ai loro legami di amicizia e solidarietà. La narrazione è fatta di colori, sapori, figure nitide e squarci di vita quotidiana. Lo stile è ironico, colorato, sobrio senza essere scarno. La scansione delle stagioni che un tempo non lontano, ma che l’accelerazione del progresso ha reso remoto, segnava l’esistenza intera delle persone in un’Italia provata dalla guerra e da una fame ormai dimenticata. È una fiaba bella, reale, che ci comunica speranza; per non scordare mai che un periodo fatto di stenti potrebbe tornare, se non verranno date opportunità alle nuove generazioni perché ciò non avvenga". Poi è intervenuto Mario Merendi, presidente di Ascolta l’Africa: "L’associazione è nata da un grande sogno tre anni fa in seguito ad una esperienza diretta vissuta in Africa. Il filo conduttore del nostro gruppo vuole essere un punto di riferimento per i giovani della città che speriamo possa diventare sempre più importante. Il progetto principale dell’associazione è quello della costruzione di un centro giovanile di Murayi per il quale sono già stati consegnati lo scorso agosto 17mila euro". Infine è intervenuto l’autore del libro Lorenzo Robbiano: "L’ambiente è quello delle vie accanto alla chiesa di S. Pietro, luoghi della mia infanzia, e il libro è nato in un momento particolare della mia vita, dopo la morte di mio padre, per l’esigenza di comunicare e di trasmettere prima di tutto ai miei ragazzi, ai quali il libro è dedicato, tutto il patrimonio di ricordi tramandato dai miei cari". Un sentito applauso del numeroso pubblico presente ed un ricco rinfresco hanno concluso questa intensa e partecipata cerimonia.

 

Davide Daghino

Dona il 5 X 1000

Dona il cinque x mille

alla nostra associazione.

CF 92027540068

Grazie per il tuo sostegno

Login

Copyright © 2013. Ascoltalafrica  Rights Reserved.